Incisore – Informazioni

Werkportret withframe

Ho iniziato la mia professione come incisore nel 1988 e da allora mi sono specializzata nell’incisione e nella decorazione di oggetti metallici.
Nel mio laboratorio incido a mano diversi oggetti metallici, che possono essere in acciaio, bronzo, rame, argento, oro e titanio; nel mio lavoro non utilizzo macchinari, ma unicamente bulino, martello e punte.

Esistono vari tipi di incisioni:

  • Incisione superficiale, realizzata con l’aiuto del bulino, impiegata ad esempio per eleganti scene di caccia su fucili da caccia.
  • Incisione a rilievo, dove lo sfondo è scavato mediante l’impiego di martello e punta, e poi satinato con punzoni.
  • Rimesso in oro, per esempio su acciaio, ecc.

 


La preparazione
In primo luogo è necessario scegliere il tipo di incisione, l’oggetto, lo stile di decorazione, le immagini e il testo (in base all’oggetto utilizzato). A questo punto si crea un disegno: il disegno preparatorio è molto importante, dal momento che sarà la base per l’incisione. Si può scegliere di usare un disegno fornito dal cliente oppure uno di mia creazione.


La tecnica al bulino
Il bulino è usato principalmente per le incisioni piatte, ovvero incisioni superficiali e poco profonde. L’oggetto da incidere viene messo nello stucco, su un tassello di legno, così da poter essere tenuto in mano facilmente. Si può appoggiare l’oggetto su un cuscino di cuoio, oppure fissarlo con una morsa girevole o una sfera da incisione. Con questa tecnica, l’incisore normalmente sta seduto, poiché è necessario un livello di concentrazione alto.


L’incisione a punta e martello
Questa tecnica è solitamente usata per effettuare incisioni più profonde, come nel caso dell’incisione a rilievo. Le decorazioni sono spesso incise con uno sfondo profondo, in modo tale che l’immagine venga messa in rilievo. Satinando lo sfondo con i punzoni, si realizza una finitura elegante e un forte contrasto grazie al colore scuro, quasi nero, che ne risulta. Quando si lavora con questa tecnica, l’oggetto viene posizionato nella morsa girevole o nella sfera da incisore. La base della morsa girevole è fissata al banco e la parte superiore ruota intorno all’asse. Normalmente, per lavorare con questa tecnica si sta in piedi.


Il cesello
Nella tecnica del cesello il materiale non viene asportato e si crea la forma “inseguendo” il metallo con il punzone. Le parti che rimangono sullo sfondo saranno cesellate per dare rilievo alle figure in superficie. Questo processo dà luogo a un effetto grafico e spesso a un rilievo profondo, meno fragile rispetto alle tecniche descritte sopra. Si usa per oggetti che devono poter resistere agli urti, come ad esempio i fucili da caccia. Anche i vecchi lavori in argento (bicchieri, brocche e vasi) sono realizzati con questa tecnica, dove l’argento viene cesellato completamente dalla lastra. Viene usata anche in oreficeria, per esempio per la realizzazione di prototipi e modelli.


Il traforo
Il traforo è una tecnica per la preparazione dei metalli che devono essere inseriti in un altro materiale, come il legno o l’acciaio. Si realizza il disegno su una lastra di metallo e poi si trafora la sagoma lungo le linee di contorno. Una volta inserita nell’oggetto di legno, la sagoma traforata in metallo viene incisa e plasmata. Questo metodo è usato per esempio per creare iniziali, stemmi di famiglia o testi (che vengono ad esempio incastonati nel calcio o nell’asta del fucile) o per pezzi commemorativi. Questa tecnica è impiegata anche nell’oreficeria.


Il rimesso in metalli preziosi
Consiste nell’intarsio di un metallo più morbido, per esempio oro o argento puro, in un metallo più duro, come acciaio o titanio. Il metallo intarsiato può essere inciso a bulino o con ceselli in rilievo realizzati con punzoni. L’effetto che ne deriva è molto bello e particolare; questa tecnica crea un piacevole contrasto quando si usano metalli diversi.


Precious Metal Clay
Il PMC (Precious Metal Clay) è un prodotto che ha rivoluzionato il modo di lavorare i metalli preziosi. Nel 1990, la Mitsubishi Materials Corporation ha sviluppato un metodo che ha permesso di polverizzare i metalli preziosi in parti microscopiche (1/20 di un granello di sale). Con l’aggiunta di acqua e di un agente legante organico, si crea un materiale duttile. Attraverso un processo di rifoggiatura, asciugatura e cottura in forno a temperature molto elevate, le particelle di metallo si fondono insieme a formare un corpo unico. Il PMC assomiglia al Polymer Clay, ma in realtà si tratta di argento puro al 99,9%. Contiene particelle molto fini di argento, un agente legante organico e acqua. Questo materiale duttile può essere lavorato con le dita, messo in stampi, modellato, arrotolato, ecc. Con la cottura, l’acqua e l’agente legante vengono eliminati, e ciò che rimane è un’opera in argento puro.


Smalto su metallo
Lo smalto è un composto vetroso che serve a rivestire gli oggetti in metallo nello stato incandescente. Gli smalti si producono fondendo diversi materiali a temperature elevate: la fusione dà luogo a una massa fusa che, quando viene versata, si rompe in pezzi simili al vetro a grana grossa. Gli smalti vengono applicati sotto forma di polvere, con una consistenza simile a quella dello zucchero. Durante il processo di cottura, le polveri dello smalto si fondono, formando un rivestimento vetroso che aderisce ermeticamente alla superficie del metallo: ecco perché la smaltatura viene chiamata l’arte del fuoco, della cottura. In gioielleria gli smalti vengono usati nell’industria di insegne e distintivi, nelle arti applicate e in oreficeria. In molti paesi sono molto utilizzati per composizioni figurative, astratte e paesaggistiche su base in metallo. Esistono due tipi di smalto: trasparente e opaco. Oltre a questa distinzione, esistono due tipi principali di smalti che vengono fabbricati in una grande varietà di colori, chiamati smalti opalini, che sono in parte trasparenti e in parte opachi, con un aspetto opalescente.


Fotogalleria
Nel mio sito si possono vedere alcuni lavori che ho eseguito nella sezione foto galleria.
Se hai domande, se vuoi saperne di più o se voi ricevere immagini più dettagliate… scrivimi una e-mail.


Corso di incisione
È possibile organizzare corsi di incisione su richiesta, sia a livello individuale che in piccoli gruppi.

 

Contattatemi per ulteriori informazioni o per richiedere un appuntamento

Contatti

Jacqueline Margriet Jimmink
Vogelenzang 19
1791 EZ Den Burg
Hollanda

cell. +39 335.5616527
info@jacquelinejimmink.com

Laatste nieuws

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE